I teatri del sacro - Extra_Festival - GIOVANI SPETTATORI 
GIOVANI SPETTATORI   versione testuale
I TEATRI DEL SACRO per Lucca: lo spettacolo, il pubblico, la città
Da sempre I Teatri del Sacro ha promosso il ruolo del pubblico come comunità viva e partecipante. Una condizione imprescindibile per l’esistenza stessa dello spettacolo e nello stesso tempo uno strumento di cittadinanza attiva. Obiettivi che il teatro, proprio per la sua vocazione assembleare, è chiamato innanzitutto ad accogliere, riconoscendo nello spettatore un interlocutore primario, con i suoi bisogni e con le sue aspettative, con il suo desiderio di fare del processo di visione un’esperienza che duri anche dopo la fine della rappresentazione.
In questa prospettiva, oltre al progetto I 70 Visioni e condivisioni, I Teatri del Sacro realizzerà quest’anno, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Formative e alle Politiche Giovanili e con il Teatro del Giglio, un laboratorio diffuso per gli spettatori dedicato alla città di Lucca e ai suoi abitanti.
L’idea è quella di coinvolgere alcuni gruppi o comunità di cittadini in percorsi guidati di visione e di approfondimento del sacro attraverso gli spettacoli del Festival, offrendo loro la possibilità di condividere e di esprimere punti di vista, riflessioni ed emozioni (un commento, una testimonianza, una breve recensione), anche con l’utilizzo dei network e dei new media.
Un’attenzione particolare, in questo percorso, è poi riservata alle nuove generazioni: a quei giovani che, già in ricerca intorno al Teatro o al Sacro o a entrambi, vogliano accettare l’avventura  di  condividere questa ricerca intorno al fuoco di una esperienza di visione comune.
Tra questi giovani, gli studenti: una realtà ricca di potenzialità spesso sottovalutate, tra le più sensibili al tema del sacro e al confronto aperto sui temi della fede e della spiritualità: istanze che toccano da vicino le inquietudini e le speranze dei giovani, suscitando interesse sia da parte dei credenti che dei non credenti. Un libero confronto che passerà anche attraverso il dialogo con gli artisti dopo gli spettacoli: appuntamenti giornalieri che si terranno presso l’infopoint del Cortile di Palazzo Pretorio a partire dalle 12.00.

 

maggiori informazioni e iscrizioni sul sito Federgat
stampa | condividiFacebook  Twitter  Google +