I teatri del sacro - Extra_Festival - i 70 - Visioni e Condivisioni 
i 70 Visioni e Condivisioni   versione testuale
laboratorio per il pubblico
In un festival come I Teatri del Sacro lo spettatore diventa invece l’interlocutore privilegiato, non solo (e non tanto) rispetto alla valutazione estetica degli spettacoli, ma soprattutto per le implicazioni che questi innescano nei confronti della spiritualità.
 
Quello che vorremmo approfondire con lo spettatore è pertanto la qualità dell’incontro col sacro che le 22 messe in scena stimoleranno con i loro diversi loro approcci a questo mistero “così vicino e così lontano”.
 
Abbiamo dunque ideato I 70 visioni e condivisioni, un laboratorio appositamente destinato al pubblico.
 
cos’è
- è uno spazio di discussione, riflessione e scambio  offerto a spettatori che vorranno vedere gli spettacoli programmati a Lucca dal 10 al 16 giugno 2013
- è un’opportunità per coloro che già in ricerca  intorno al Teatro o al Sacro o a entrambi, accettano l’avventura di condividere questa ricerca al fuoco di una esperienza di visione comune
- è un’occasione per verificare se e come il Teatro può essere ancora, a certe condizioni, la forma d’arte che più d’ogni altra mette una comunità dinanzi alle sue questioni essenziali; se e come il Sacro può abitare la scena contemporanea
- è un laboratorio, un luogo aperto al contributo di tutti i partecipanti dove non sono previsti professori che insegnano, ma animatori di conoscenza; una palestra dove esercitarsi, non una scuola che rilasci attestati.
 
com’è strutturato
- il laboratorio si struttura sessioni mattutine presso la Villa del Seminario di Arliano (alle porte di Lucca), durante i quali - sulla base di materiali appositamente predisposti - il gruppo si confronta sugli spettacoli visti il giorno prima e si prepara alla visione di quelli del giorno stesso
- il laboratorio è coordinato da Giorgio Testa affiancato nel lavoro da operatori de La casa dello Spettatore e da Gabriele Allevi
- la formula residenziale, pensata per i primi 20 iscritti, permette di vivere un’esperienza di condivisione dei tempi e degli spazi, dato che i partecipanti saranno ospiti della Casa Bartoletti di Arliano, sede del laboratorio. Qui i partecipanti avranno anche prima colazione e pranzo.
 
costi
- Formula RESIDENZIALE per i primi 20 iscritti:  150 euro (non soci Federgat), 100 euro (soci Federgat)
- Formula SOLO CORSO: 20 euro (chi volesse fermarsi a pranzo può prenotarsi pagando 10 euro per pasto, bevande incluse)
 

maggiori informazioni e iscrizioni sul sito Federgat
stampa | condividiFacebook  Twitter  Google +