logo Federgat
 Home - FORMAZIONE - Laboratori teatro e mistica 
condividiFacebook  Twitter  Google + 
Laboratori teatro e mistica   versione testuale




Cosa c'entra il teatro, arte spuria se ce n'è una, con la mistica, purezza d'unione con Dio?
Cosa accomuna questi sentieri tra loro, quello di un Jerzy Grotowski e di un Tatsumi Hijikata, con quello di un Michel De Certeau o di Arturo Paoli?
A me sembra, per concludere, di poter dire almeno questo: nell'opera dei grandi teatranti vedo un transito, continuamente ripercorso, dalla vita al teatro, sia nel senso di una purificazione (abbandonare la vita da teatrante per lavorare alla vita del teatro, per dirla con Julian Beck), sia in un senso poi di proposta e di precisazione (la codificazione e l'importanza del training, un rapporto più profondo e meno scontato con la tradizione, la preminenza del processo sul risultato). D'altra parte, nella vita e nell'opera dei grandi maestri di spiritualità, dei grandi mistici, io leggo un transito continuo, continuamente risperimentato, dall'orazione all'entrata nella storia, dalla contemplazione alla vita pratica.
ALESSANDRO BERTI
attore
  
 
lucca, 10/16 giugno 2013