logo Federgat
 Home - Chi siamo - I GAT REGIONALI 
condividiFacebook  Twitter  Google + 
I GAT REGIONALI   versione testuale




GAT COSTITUITI

 
GATAL (Gat Lombardia)
www.gatalteatro.it
Michele Faracci
02 76002003
 
GAT Triveneto
Paolo Bertolini
 
GAT E.R. (Gat Emilia Romagna)
Daniele Porisini
0546 661724 
338 8790545 
gaterteatro@yahoo.it
 
GAT Marche
Fabrizio Mezzabotta
349 1800224 (Pres.)
328 0528059 (Segr.)
teatro.gat.marche@gmail.com
 
GAT Lazio
momentaneamente presso
Segreteria nazionale Federgat
federgat@federgat.it
 
GAT Campania
Lucio Monaco
081 5463519 
328 9754301 
luciomonaco@aliceposta.it
 
 
 
 
 
 
 
 
Il GAT regionale è un’associazione di tipo federativo cui aderiscono i gruppi amatoriali locali costituiti in forma associativa che perseguono le medesime finalità del GAT regionale nonché gli enti ecclesiastici gestori di “sale della comunità”. È condizione di esistenza del GAT la permanenza di un numero di gruppi ed enti associati non inferiore a 5.

Nello spirito della Nota Pastorale della Commissione Ecclesiale della CEI per le Comunicazioni Sociali su “La sala della comunità, un servizio pastorale e culturale” del Progetto Culturale della Chiesa italiana e degli eventuali ulteriori indirizzi pastorali definiti in ambito nazionale e regionale, il GAT regionale si prefigge di valorizzare le “sale della comunità” anche mediante specifiche attività teatrali considerate valido strumento di promozione culturale e di azione pastorale a motivo della loro intrinseca potenzialità educativa e riflessiva  e della loro capacità di attivare dinamiche di gruppo.
 
Possono associarsi ai GAT regionali:
- i gruppi amatoriali di attività teatrale costituiti in forma associativa
- i gruppi amatoriali di attività teatrale costituiti, in forma associativa, in una regione priva di GAT
- gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti gestori delle Sale della Comunità, che svolgono attività teatrale anche occasionalmente 
 
In particolare, sul piano operativo, il GAT si propone di:
- rappresentare e tutelare a livello regionale e locale gli interessi dei gruppi ed enti associati nonché gli interessi collettivi concernenti le finalità generali perseguite dall’associazione;
- favorire e promuovere la costituzione di gruppi di attività teatrali amatoriali che si ispirano alle finalità culturali e pastorali di cui al primo comma del presente articolo;
- promuovere l’attività teatrale, in tutte le sue forme e manifestazioni presso gli enti ecclesiastici gestori delle “sale della comunità”;
- fare azione promozionale presso il pubblico anche attraverso iniziative di carattere formativo realizzate in collaborazione con enti pubblici e privati, associazioni, scuole, oratori
- coordinare e sostenere le iniziative dei gruppi associati favorendo anche lo scambio e la circuitazione della loro attività;
- sollecitare il recupero delle strutture teatrali presso le varie realtà ecclesiali (parrocchie, oratori, istituti religiosi, ecc.) e favorirne l’adeguamento strutturale e tecnologico;
- valorizzare le tradizioni popolari e religiose nel campo del teatro;
- promuovere iniziative di ricerca, di sperimentazione nonché di formazione per operatori teatrali (registi, attori, coreografi, scenografi, mimi, tecnici, ecc.);
- organizzare rassegne e festival culturalmente qualificati, con particolare riguardo verso tematiche religiose e sociali;
- assicurare ai soci un adeguato servizio di assistenza e di consulenza;
- promuovere e incentivare iniziative culturali e attività di animazione all’interno di centri sociali per anziani, case di riposo, istituti di pena, istituti per il recupero dei minori a rischio;
- promuovere e regolare rapporti di collaborazione con organismi operanti nei settori di specifico interesse per i GAT;
- realizzare ogni iniziativa, compresa quella editoriale, da considerare sussidiaria e meramente strumentale per il conseguimento delle finalità istituzionali;